Milsons point Sidney Australia

Australia cosa vedere e luoghi di interesse

L’Australia è un paese da visitare col cuore e con gli occhi. Con il cuore perché nessuno riesce ad immedesimarsi nella natura selvaggia di questa terra senza metterci il cuore. Con gli occhi perché da vedere ci sono migliaia di cose, a partire dal rosso Uluru, le sue città, la spumeggiante Melbourne e la briosa Sydney. Difficile essere indifferenti a una terra che sembra essere legata all’idea del nuovo mondo. Si proprio così.

Australia luoghi di interesse

Arrivare qui è come arrivare nel nuovo mondo, dove tutto è ancora da scoprire. E’ difficile descrivere le emozioni in due parole. Certamente è una grande emozione ammirare Kangaroo Island e il deserto dei Pinnacoli. Sentire sulla propria pelle il calore di quel sole che brucia la Stuart Highway e cercare poi un riparo tra le ombre dei Monti Olgas, la terra rossa della Gibb River, ascoltare il richiamo dei delfini di Monkey Mia. L’Australia è emozione è per capirla bisogna emozionarsi, per emozionarsi bisogna osservare con attenzione.

Definita molto spesso il paese più giovane, l’Australia ogni anno attira molti turisti che, giungendo in questa terra, realizzano il sogno della loro vita.
L’Australia in effetti è una meta molto ambita dai turisti europei e non solo, anche se non è accessibile a tutti.

Australia cosa vedere

Ciò che più affascina generalmente dell’Australia è la bellezza dei suoi paesaggi incontaminati e la magia della sua flora e fauna.
In effetti sono molti i turisti che vogliono a tutti i costi fotografare i celeberrimi Canguri australiani e i dolcissimi Koala.

La particolarità dell’Australia è che, anche le città più grandi e più moderne sono pochissimo inquinate. Basti pensare alla città di Camberra che in lingua locale ricorda un termine che sta per “punto d’incontro”, la quale è stata definita la Bush Capital, ovvero la Capitale dei Cespugli.

Anche per coloro che amano il mare e le spiagge l’Australia è una meta indicata. Una delle migliori destinazioni in questo settore è sicuramente Bayron Bay presso la quale si possono osservare meravigliosi delfini e balene.
Altro punto di attrazione per i turisti in visita in Australia è sicuramente il fascino creato della cultura e dalla tradizione degli Aborigeni australiani che rendono ancora più magica e attraente questa terra stupenda e così tanto amata dai turisti.

L’Australia è anche una meta didattica: sono molti i giovani che da tutto il mondo decidono di andare a studiare in Australia.

Sidney la capitale dell’Australia

La città che ogni turista racconta nelle pagine del suo diario di viaggio alla voce “Australia” è sicuramente la capitale del Paese, Sidney, un vero e proprio sito archeologico, che permette al turista di scoprire la storia di questo paese, relativamente giovane. Sydney infatti è la città più antica (oltre che più conosciuta) dell’Australia. Si trova nell’Australia sud-orientale ed è la capitale dello stato del Nuovo Galles del Sud.

Si distende fra le magnifiche Blue Mountains ad ovest e l’Oceano Pacifico ad est, affacciandosi su una bellissima baia.

Cose da vedere a Sidney

Le principali attrazioni turistiche sono l’Opera House e l’Harbour Bridge. Opera House, il teatro dell’opera di Sydney, è stato realizzato tra il 1959 ed il 1973. La sua architettura originale e significativa è uno dei più importanti simboli della città di Sydney ed anche dell’Australia. La sua struttura ricorda una flotta di barche a vela spinte dal vento.

Harbour Bridge, ultimato nel 1932, è il ponte che attraversa la baia di Sydney e prima della costruzione dell’opera House, era il simbolo della città. Sydney è spesso associata al cambiamento e all’innovazione. E’ moderna e sa regalare ai turisti un misto di modernità e tradizioni che rendono questo posto unico al mondo.

Perth capitale del Western Australia

Perth, spesso, è una meta “saltata” dagli italiani che visitano l’Australia, forse per la sua posizione un pò “isolata”, nella parte sud-ovest del Paese. Si punta soprattutto su Melbourne, Sydney e sul deserto con la visita del monte Uluru, ad Ayers Rock.
Chi non ha molte settimane di tempo da trascorrere nella Terra dei Canguri, purtroppo, tende a non visitare quella fantastica west coast che, invece, merita da sola un volo intercontinentale di oltre 20 ore.
Perth è una città eccezionale: costruita sul fiume Swan, ha alti grattacieli in stile newyorkese, verdi parchi che danno respiro, grandi vie piene di bella gente allegra e un paesaggio naturalistico circostante davvero invidiabile.
Infatti, Perth è un ottimo punto di partenza per escursioni verso spiagge mozzafiato situate nella meravigliosa costa ovest australiana.
Ciò che può spaventare sono le grandi distanze tra le cittadine dell’outback; occorre un auto, meglio se 4×4, voglia di avventura e molta prudenza, soprattutto di notte quando i kangaroo sbucano all’improvviso sulla strada!

Australia viaggiare in treno

Un modo tutto nuovo per visitare l’Australia, Paese unico e sconfinato. Perchè non il treno? Si chiama Southern Spirit, il gioiello dell’australiana Great Southern Rail che compie viaggi, attraversando in lungo e in largo l’Australia più profonda e sconosciuta.
Questo treno, oltre ad otto diversi itinerari che toccano alcune delle località più importanti dell’area, garantisce un soggiorno in cabine singole o doppie dotate di ogni confort e la possibilità di abbinare al viaggio escursioni o eventi esclusivi, il tutto accompagnato da guide competenti e studiato nei minimi dettagli.
Tra gli altri itinerari ecco i più interessanti: lndian Pacific che in tre notti passa da un oceano all’altro partendo da Sydney per arrivare a Perth tramite Adelaide, l’Overland che ripercorre la rotta che facevano a cavallo gli “overlander” da Melbourne ad Adelaide, ed infine il Ghan che collega l’estremo nord (Darwin) al sud (Adelaide), passando per il cuore dell’Australia.

Guida Australia – Informazioni utili prima di viaggiare

Prima di intraprendere un viaggio in Australia, cosi come in qualsiasi altro Paese, è essenziale informasi bene su usi e costumi del posto che si visiterà e raccogliere informazioni sulla moneta, su cosa mangiare, ecc.

Documenti necessari per viaggiare in Australia

Oltre al passaporto è necessario procurarsi un visto; il visto turistico dura tre mesi, è gratuito ed è ottenibile all’agenzia di viaggio, all’acquisto del biglietto presso la compagnia aerea, oppure elettronicamente (ETA, cioè Electronic Travel Authority).

La moneta in Australia

La valuta è il dollaro australiano, diviso in 100 cents. Il costo della vita in Australia non è eccessivo, soprattutto per quanto riguarda il cibo e gli alloggi. Il grosso delle spese che affronterete sarà destinato agli spostamenti, data la vastità del territorio ed il costo piuttosto elevato della benzina. Ovviamente strumento imprescindibile sarà la carta di credito o il bancomat internazionale, accettati assolutamente ovunque.

Fuso orario

L’Australia è enorme: bisogna aggiungere dalle 7 alle 9 ore a seconda della zona.

Come arrivare in Australia

Il volo dall’Italia, con uno scalo in Europa o spesso Asia, dura all’incirca 20 ore.

Numerose compagnie aeree internazionali volano direttamente dall’Europa a Perth, nell’Australia occidentale, con scali in aeroporti asiatici. Per chi proviene dall’Italia (via Asia), Perth è l’aeroporto internazionale australiano più “vicino”!

La maggior parte delle compagnie aeree intercontinentali che giungono in Australia dall’Europa atterrano anche a Sydney. Dall’Italia si possono scegliere vettori europei, asiatici, australiani e neozelandesi per giungere a Sydney direttamente, o facendo scalo in un aeroporto europeo. Tour operator e agenti di viaggio possono fornire informazioni dettagliate su rotte, orari e tariffe di ciascun vettore che opera dall’Italia su Sydney o Perth. Vi suggeriamo di prendere in considerazione i collegamenti offerti da Qantas e Ansett.

Come muoversi in Australia

Il mezzo migliore per muoversi capillarmente all’interno del vastissimo paese è il coach, che risulta essere anche il più economico. Il biglietto costa approssimativamente un dollaro per 100 km, a seconda delle zone ed è possibile usufruire di sconti dell’ultimo minuto o di abbonamenti ulteriormente economici. I coach sono moltissimi e arrivano ovunque, lasciando una libertà tale che vi farà volentieri rinunciare a noleggiare un’automobile. Il treno è evitabile, più costoso e meno organizzato dei pullman.

L’aeroporto di Sydney dista pochi chilometri. dal centro cittadino, cioè pochi minuti di shuttle bus o di taxi. Sydney è ottimamente collegata con tutti gli aeroporti dell’Australia con voli anche plurigiornalieri. Sydney si può visitare a piedi, in bicicletta, con comodi bus di linea e turistici. Si può aderire a tour organizzati con guida multilingue, oppure Sydney vanta un’ottima rete di trasporti (anche su monorotaia) sia via terra sia attraverso la baia (ferry). Sono previsti biglietti forfait di libera circolazione, come ad esempio, il “Sydney Pass”, per utilizzare i Sydney Buses, i Sydney Ferries e i servizi della City Rail. Con la formula “Sydney Explorer” si utilizza un bus rosso che collega tutti i punti storicamente e culturalmente più importanti della città.

Dove alloggiare

Inutile dire che esistono numerosissime occasioni di alloggio per ogni categoria. L’Australia offre molta assistenza per i viaggiatori con budget limitato, data la massiccia presenza di ostelli pressochè ovunque, tanto pubblici quanto privati, che assicurano una spesa decisamente ridotta. Se si attraversa l’outback con l’automobile c’è la possibilità di fermarsi a dormire… in mezzo al deserto, che vi assicuriamo non essere un’esperienza da poco.

Anche i campeggi sono ben attrezzati e a buon mercato, soprattutto quelli posti nei Parchi Nazionali.

Cosa mangiare in Australia

Gli australiani non hanno una vera e propria cucina tipica, avendo ereditato ricette, gusti e usanze dalla cucina britannica, che non è certo rinomata nel mondo. Quindi patatine, fish’n’chips sono abbastanza diffusi. La carne è a buon mercato dato che gli australiani amano il barbecue.

Potete mangiare un pasto veloce e mediocre negli smorgasboard, chioschi disseminati un po’ ovunque. Ma il consiglio è di procurarsi il necessario per cucinare autonomamente.

Non mancano ristoranti italiani, data la massiccia presenza della nostra comunità nell’isola ma la cucina italiana la conoscete già. La vicinanza con l’Asia inoltre ha portato l’apertura di molti ristoranti asiatici, ma anche molta influenza asiatica nei piatti australiani. Le carni che si credono tipiche del posto, come emu, coccodrillo e il canguro sono più uno sfizio da turisti che un elemento della cucina tradizionale.

Buone le birre australiane, molte delle quali famose anche da noi. Molti locali notturni non servono alcoolici e vige la regola del Bring Your Own (BYO), bisogna cioè portarseli da casa.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *