Mykonos

Mykonos – spiagge e vita notturna

Un viaggio indimenticabile è quello attraverso le isole greche, un paradiso di lembi di terra circondati dal blu del mare. Diversi arcipelaghi daranno la possibilità al visitatore di scoprire angoli affascinanti, calandosi in una realtà da sogno, caratterizzata dai ritmi lenti e dai piaceri della vita. Tra le isole più conosciute e amate dagli italiani annoveriamo Mykonos che conta 6.000 abitanti e fa parte delle Cicladi.

La frenetica vita notturna a mykonos vita notturna e le spiagge bellissime sono il motivo per cui quest’isola è cosi amata. Il nome deriva dal figlio del re di Delos. Zeus infatti aveva ucciso i giganti del mare della Grecia che si sono pietrificati creando l’isola di Mykonos. Si sa che nel II e III secolo a.C. l’isola cadde sotto il dominio dei macedoni e dal 146 a.C. sotto quello dei Romani. Le alterne vicende storiche ebbero notevole influenza anche sulla prosperità dell’isola, prima importante centro commerciale, poi in grosse difficoltà che si protrassero per tutto il Medioevo. Nel 1207 arrivarono i Veneziani e tre secoli dopo arrivarono i turchi che la annessero all’impero Ottomano. Solo nel 1830 la guerra di indipendenza terminò con la ritrovata libertá di Mykonos, ma la lasciarono profondamente segnata nel tessuto socio economico, situazione questa aggravata anche dalle due Guerre Mondiali.

È grazie al turismo che Mykonos tornò a splendere e oggi attira numerosissimi turisti, sia per le sue bellezze naturalistiche, che archeologiche come il sito di Delos. La bellezza del capoluogo con il suo centro storico, ribattezzato la “piccola Venezia”, i vari musei e la Chiesa di Panagia Paraportiani meritano sicuramente una visita. Mykonos fa parte delle Cicladi settentrionali, mentre delle Cicladi meridionali è l’altrettanto celebre Santorini, dell’arcipelago fanno parte anche tante altre isole che si differenziano l’una dall’altra per lo stile di vacanza che prediligete, più tranquilla e a contatto con la natura o movimentata e mondana.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *