Trentino – Vacanza relax fra terme, mercatini di natale e piste da sci

Un weekend in Trentino Alto Adige? Perché no! Fa freddo e c’è la necessità di correre in strada a comprare regali. In questo caso il binomio mercatino di Natale – vacanza relax diventa irresistibile. Shopping e benessere sono una buonissima occasione per avvantaggiarsi a fare i regali di Natale e per riprendere a pieno le energie prima delle festività natalizie.

Relax negli stabilimenti termali del Trentino

Per chi desidera una pausa relax nelle bellissime terme del Trentino Alto Adige, le scelte sono molte.

Il Parco Termale del Garda, a Colà di Lazise, è un grande spazio verde con piante secolari e un lago attrezzato con idromassaggi e fontane d’acqua calda che invitano a tuffarsi anche d’inverno. Sirmione Lago di Garda Trentino

Anche a Sirmione ci sono gli stabilimenti termali, in particolare le Terme Virgilio, aperte tutto l’anno. Qui è possibile trascorrere la mattinata tra bagni nelle acque calde e trattamenti curativi. Per chi ama i trattamenti estetici, come fanghi e massaggi, c’è Aquaria, uno stabilimento più orientato al benessere. Offre piscine, centro estetico e benessere. La sera c’è anche la possibilità di fare bagni nella piscina a lume di candela davanti al Lago di Garda.

Scegliendo l’oasi di benessere delle Terme di Merano potrete approfittare per visitare i negozi della città di Merano e i suoi mercati natalizi.

Il Natale in Trentino Alto Adige

Il Trentino Alto Adige nel periodo natalizio è una zona da visitare in tutti i sensi. Mercatini di Natale, mostre, avvenimenti, rassegne culturali sono all’ordine del giorno. Merano, Bressanone, Brunico e Bolzano iniziano dal 26 novembre il loro Natale. Chiesa Natale Brunico Trentino A Bolzano si inizia il 27 novembre con la Lunga notte dei Musei che resteranno aperti fino alle 2 di notte. L’attrattiva per eccellenza sarà il museo Archeologico, dimora di Otzi, la mummia ritrovata nel ghiacciaio del Similaun. A Vipiteno ci si ferma per assaggiare lo yogurt e la gustosissima torta della vita, il biscotto tipico di Natale del Trentino. Tenete conto che questo biscotto è una ricetta antichissima che si tramanda da padre in figlio e che per ogni località ha forme diverse. Il 5 dicembre il posto giusto è Merano. Alla festa di San Nicolò andranno in giro per le strade della cittadina i krampus, i diavoletti che spaventano i bambini. A Brunico è bello farci visita per ascoltare i suonatori di corni delle Alpi che si esibiscono a Via Bastioni e in piazza del Municipio per tutto il periodo natalizio.

I Mercatini di Merano

Con l’arrivo del periodo natalizio non possiamo fare a meno di parlare di tutto ciò che è legato a questa festività: mercatini, vacanze, regali e visite turistiche. Questa piccola e bellissima cittadina da moltissimi anni, dove ormai si può parlare di una tradizione consolidata, mette a disposizione di oltre ottanta espositori le sue piazze, per dar vita ai famosi Mercatini Natalizi di Merano. Ogni anno, fino al 6 gennaio, è possibile divertirsi tra le viuzze delle bancarelle di oggettistica, oggetti antichi, manufatti e prodotti gastronomici. Vin brulè Feuerzangenbowle Se si parla di gastronomia non si possono tralasciare l’assaggio ufficiale delle tradizionali frittelle dette Puster Tirtlen, le zuppe contadine e i wurstel tipici di Norimberga. Mettiamocelo in testa, l’inverno è difficile stare a dieta. Se si mangia si deve anche bere. Il re delle bevande invernali è il vin brulè chiamato Feuerzangenbowle. E’ possibile degustare tutto questo mentre si acquistano, tra le tantissime e originali bancarelle, i regali di Natale.

Levico Terme: mercatini di Natale

A Levico Terme la tradizione natalizia rivive ogni anno nel bellissimo Parco degli Asburgo, dal 22 novembre al 6 gennaio. Sulle bancarelle, dove acquistare o semplicemente ammirare oggetti e addobbi fatti a mano, si possono assaporare anche le delizie culinarie tipiche del luogo. Una passeggiata attraverso queste bancarelle è un modo divertente di trascorrere una serata in compagnia di musici itineranti e cori folcloristici. Anche per i bambini è assicurato un grande divertimento con Babbo Natale che attenderà i bimbi per le foto e per i doni al centro del parco. Il Trentino si sa è una località molto rinomata nel periodo invernale. Offre dei paesaggi meravigliosi e impianti sciistici che il mondo invidia. L’occasione migliore è proprio quella di organizzare le feste a Levico Terme, sciare la mattina e rilassarsi nei mercatini natalizi alla sera.

Rosengarten-Latemar

Sciare è una passione di molti turisti che approfittano della stagione invernale per mettere alla prova le loro abilità. Questo sport richiede molta concentrazione perché nel suo divertimento nasconde anche molte insidie.

La gran delle strutture sciistiche del nostro paese garantiscono la possibilità di sciare durante la giornata.

Solo poche stazioni rendono accessibili le piste durante le ore notturne, sfruttando fari potenti come quelli degli stadi. Nel comprensorio altoatesino del Rosengarten-Latemar ogni martedì, giovedì e venerdì la pista di Obereggen è illuminata dalle ore 19.00 alle ore 22.00. la sciata notturna è inclusa nello skipass Dolomiti Super Ski.

Trentino Alto Adige – Parkhotel Holzner

Con i programmi su misura del Familienhotels il divertimento per tutti i componenti della famiglia è assicurato. Uno degli alberghi che aderisce al questa iniziativa è il Parkhotel Holzner di Soprabolzano di Renon, in Alto Adige. Aperto nel 1908, l’albergo ha conservato il tocco liberty delle origini. Facilissimo da raggiungere, si trova all’arrivo della Funivia del Renon, che in dodici minuti collega l’altopiano a Bolzano. Una vacanza speciale per le famiglie, in questo posto amato nell’antichità dai grandi mercanti per via dei bellissimi paesaggi e il relax che trasmette. La particolarità del posto e dell’albergo risiede nel grande spazio aperto dove i bambini possono divertirsi. Infatti ci sono La Foresta degli Indiani, la Nave dei Pirati e un minizoo con caprette e coniglietti.

Sciare sulla Marmolada

Sciare sulle Dolomiti, niente di più bello, sopratutto se la meta è il comprensorio della Marmolada. La funivia è divisa in tre tronconi. Il primo troncone si vede dalla strada che sale al Passo Fedaia. Il dislivello è di 900 metri e le funi sono quasi parallele alla roccia. Calcolando anche i cambi di vettura si impiegano 20 minuti per raggiungere la larghissima pista della Marmolada dove troverete sempre neve fresca.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *