Lapponia Norvegia

In Lapponia tra i Sami

Un’idea per il prossimo Natale è quella di passare le festività a stretto contatto con il protagonista più amato dai bambini, Babbo Natale. E dove se non in Lapponia? Il paese del dolce vecchietto si trova a circa 8 chilometri d Rovaniemi, la capitale lappone, magari facendo un giro trainati dalle renne. La Lapponia in realtà non è uno Stato distinto e separato dagli altri, è più che altro un’area geografica che comprende territori in Norvegia, Finlandia, Russia e Svezia. Corrisponde alla parte più settentrionale ed è costituita da contee abitate prevalentemente dalla popolazione Sami.

Questa popolazione indigena appartiene all’etnia artica e da sempre ha basato la sua sopravvivenza sulle attività della pesca, delle renne e della caccia. La lingua parlata è il sami e per mantenere intatte le loro tradizioni e la loro cultura il popolo sami ha una bandiera propia, un inno e diversi parlamenti sami in Norvegia e in Svezia. A partire dagli anni Cinquanta hanno abbandonato la vita nomade, necessaria per sopravvivere nelle condizioni estreme e che li portava nelle regioni più calde durante gli inverni rigidissimi. La capitale culturale oggi è nella contea del Finnmark, in Norvegia: Kautokeino.

Una volta giunti in queste zone magiche, imperdibile è la crociera in rompighiaccio nel circolo polare artico. La nave rompighiaccio Sampo in genere viaggia da metà dicembre fino alla fine di aprile e una crociera dura in media 4 ore. I consigli che danno prima di iniziare la crociera sono da prendere alla lettera, date le condizioni estreme del tempo: non solo vestiti pesanti, ma occhiali da sole, per ripararsi dal riflesso accecante del sole sui ghiacci e creme anti freddo per il viso. Un’esperienza indimenticabile da coronare con la vista dell’aurora boreale.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *